Con Busbike, da Verona Porta Nuova a San Giorgio di Boscochiesanuova e giro in bici della Lessinia

Partenza ore 9:00 dal piazzale della stazione di Verona Porta Nuova, caricamento delle bici sul carrello apposito, 30 posti, costo del biglietto euro 6.

Arrivo a San Giorgio ore 10:35, con tempo leggermente coperto, temperatura fresca e gradevole.

 

In bici da San Giorgio di Boscochiesanuova a Verona Km. 70

Si inizia a pedalare, in leggera salita, su strada sterrata ma con buon fondo (vietata al trafico automobilistico), che si snoda tra verdi prati fiorito dove pascolano con invidiabile serenità centinaia di mucche sane e ben nutrite, vanto degli allevatori locali.

La salita è ben pedalabile, in direzione Podestaria, malga-rifugio dove si può mangiare e pernottare.

Da lì la strada prosegue pianeggiante fino al bivio per Castelberto, che merita una deviazione di circa un km. in salita un pò ostica, fino alla ciima (m. 1765), da dove si può godere una splendida vista sia sulla Vald'Adige sia sulla Valle dei Ronchi, con il monte Carega sullo sfondo.

Torniamo al bivio e proseguiamo su strada pianeggiante per poi iniziare la discesa in direzione di Malga Lessinia, aperta il sabato e la domenica, dove si possono gustare semplici piatti locali. Dopo poche centinaia di metri arriviamo alla malga Pidocchio e al successivo bivio omonimo, dove si può scegliere di scendere al Passo delle Fittanze o a Erbezzo, su strade ora asfaltate.

Decidiamo per Erbezzo, in facile ma piacevolissima discesa in un magnifico contesto naturale, ma prima di arrivare al paese, dopo qualche km., svoltiamo a sx per Malga Derocon, centro di salvaguardia per numerose specie animali dove, nei pressi di un faggio secolare e maestoso, ci fermiamo in una semplice malga costruita in tipica pietra della Lessinia, dove si può mangiare un pasto completo con 15 euro.

Per non appesantirci, ci accontentiamo di una semplice grigliatina mista con polenta e inasalata, buon vino, poca acqua e, per terminare, un bel pezzo di torta "sbrisolona" ammorbidita con grappa, caffè e via a pedalare.

La strada scende ancora fino a Erbezzo e prosegue in direzione di Verona , con una lunga è veloce discesa di circa 13 km, che ci porta fino a Lugo, paese dei marmi.

La temperatura sale man mano che si scende verso la pianura, fenomeno per altro ben noto a chi frequenta la montagna.

Arrivati a Stallavena si prosegue su strada provinciale, attraversiamo di gran carriera i paesi di Grezzana, Marzana, Quinto per poi deviare sulla dx su una strada secondaria che ci porta fino a Poiano, alle porte di Verona, che dista ormai pochi km.

Sono le ore 16:00 quando concludiamo il giro che ci riporta alla stazione di Verona.