Garda - Torri del Benaco

Garda - Torri
 
Autostrada:
A4 (Milano Venezia) uscita Peschiera del Garda
Strada:
Prendere indicazioni per Lazise, Bardolino, Garda (20 km ca)
vedi il percorso della serata sul lago
Video dell'uscita
nessun video disponibile
 
Mercoledì 29 agosto 2001
Oggi un gruppo composto da Giampaolo, Pierleopoldo, Paolo, Giacomo, Enzo e Michele, è uscito in barca dal circolo velico di Garda (Vr). Pierleopoldo, l'istruttore, se per anni e anni ha dovuto sobbarcarsi completamente tutto il lavoro di bordo, dato che gli altri costituivano dei veri e propri "pesi morti", dopo aver a lungo seminato, promuovendo e organizzando corsi di vela, finalmente oggi si trovava con ben 3 ex allievi nell'equipaggio, che hanno potuto concedergli qualche giusto momento di relax a prua, per lo meno all'andata.
Sapendo che le condizioni del meteo avrebbero potuto essere in peggioramento, specialmente verso la sponda bresciana, la ciurma ha individuato la meta della serata in Torri del Benaco soltanto dopo aver lasciato la boa: il MaiStraki group necessitava di unirsi attorno ad una tavola ben inbandita per parlare delle iniziative promosse da Paolo (che ha proposto una inedita maglietta estiva) e da Enzo (instancabile public relator, oggi intento a proporre un coltellino multiuso adatto alle esigenze ciclistiche del gruppo).
A differenza di altre volte, dal punto di vista strettamente velico il lago oggi ha offerto il meglio di sè, regalandoci all'andata un traverso dolce e costante che scendeva dal monte Baldo, e al ritorno, dopo qualche salto di vento, segno di una irregolarità premonitrice di un cambiamento di clima implorato da tutta la provincia di Verona, un forte vento che ci ha permesso di bolinare fino a Garda.
Tuttavia, i rinforzi di vento e le raffiche che hanno investito la barca all'altezza di punta San Vigilio hanno consigliato l'equipaggio ad indossare giubbetti di salvataggio (prima volta nella storia dei MaiStraki). Non si trattava di una situazione pericolosissima, ma l'eventualità di avere un uomo in mare difficile da individuare nell'oscurità e fra le onde hanno consigliato prudenza.
Ancora una volta, l'esperienza e la calma dimostrata da Pierleopoldo hanno contribuito ad infondere fiducia nel gruppo, che dopo un po' di bordi ha portato sicuro la barca alla boa. Erano le 02:30, un po' tardi, forse, considerato che tutti avrebbero lavorato il giorno seguente.
La consapevolezza di aver arricchito le nostre esperienze con questa piccola avventura, superata in modo egregio, ci ha tuttavia fatto dimenticare l'ora, per lo meno fino al momento in cui la sveglia è suonata poche ore più tardi.
a cura di Paolo Castagna
Paolo, di spalle, sfoggia la nuova maglia www.maistraki.com
Piero ed Enzo, a prua, confabulano sulla proposta di Enzo
Giacomo e Paolo, la randa alle spalle
i prodieri Giampaolo e Giacomo, con Michele al timone